fbpx

Vi siete mai chiesti cosa c’è nel vostro cosmetico preferito e cosa fa nello specifico quell’ingrediente?!

Ogni mercoledì parleremo di un principio attivo o di un ingrediente cosmetico nella rubrica “A cosa serve?” e scopriremo insieme quante meraviglie ci offre la natura.

Protagonista di oggi è l’OLIO DI MANDORLE DOLCI

Ottenuto per spremitura a freddo della mandorla, seme oleoso che si trova all’interno del frutto carnoso del Prunus Amygdalus L.

è un olio nutriente, lenitivo di colore giallastro e praticamente inodore. Il Mandorlo, un piccolo albero plurisecolare, ha dei fiori bianchi leggermente rosati e bellissimi che sbocciano in primavera.

L’olio di mandorle dolci è composto per il 30% circa da acido linoleico (un acido grasso essenziale appartenente alla famiglia degli Omega 6 che aiuta il rinnovo cellulare), per il 65% da acido oleico (un acido grasso monoinsaturo appartenente alla famiglia degli Omega 9 che ha forti effetti antiossidanti e antinfiammatori) e per ciò che resta da acido palmitico, acido stearico, fitosteroli e vitamine A,D,E.

Come per altri ingredienti cos anche l’olio di mandorle è ricco di proprietà benefiche e lo sapevano già gli antichi egizi che lo utilizzavano per la cura dei capelli e per mantenere la pelle morbida e liscia, in particolare oggi viene utilizzato per la cura delle pelle sensibile, secca, irritata dal sole, per prevenire le rughe ed è famosissimo il suo utilizzo in gravidanza per mantenere la pelle elastica ed evitare l’insorgere di antiestetiche smagliature. Ovviamente come in tutte le cose ci vuole costanza e pazienza per vedere i risultati ma con un utilizzo ragionato e fatto ad hoc può essere un valido aiuto.

Come introdurlo quindi nella skincare e nella haircare? Ecco come sempre alcuni suggerimenti per un uso consapevole e corretto:

  • Come impacco pre-doccia: sì avete letto bene, un impacco pre doccia! Se le vostre gambe sono particolarmente secche massaggiate un generoso strato di olio sulle gambe prima di entrare in doccia. Con il calore e l’umidità l’olio sarà ben assorbito e lascerà la vostra pelle morbida e nutrita.
  • Per lenire scottature e ustioni: basta applicare qualche goccia direttamente sulla zona lesa e lasciare che la pelle lo assorba.
  • Post ceretta: non solo per lenire le irritazioni ma soprattutto per eliminare i piccoli residui di cera.
  • Per le irritazioni da pannolino: essendo molto delicato l’olio di mandorle può essere massaggiato anche sulla pelle dei vostri bebé.
  • Come impacco pre shampoo: applicate qualche goccia sulle lunghezze e lasciate agire almeno 30 minuti. Procedete poi al consueto lavaggio, noterete che l’effetto crespo sarà tenuto molto sotto controllo.
  • Per labbra molto secche: prima di andare a dormire spalmate un leggero strato di olio e lasciate assorbire
  • Come rinforzante per unghie: da solo o in combo con olio di ricino e olio di cocco, potete utilizzarlo per mantenere morbide le cuticole e per rinforzare l’unghia.
  • Per un automassaggio al viso prima di dormire: perfetto per nutrire la pelle secca e illuminare gli incarnati grigi e spenti. Massaggiate qualche goccia di olio di mandorle sul viso dopo aver applicato la vostra crema abituale.

Che meraviglia la Natura! Non mi stancherò mai di ripeterlo.